About me

typing-laptop

Sono un appassionato di informatica.. particolarmente interessato al tema della Sicurezza e della Privacy in rete e dei sistemi informatici. Putroppo sono poche le persone interessate alla Privacy almeno in Italia e si tende a sottovalutare tale argomento. Ritengo che la privacy e la sicurezza sia una cosa molto importante soprattutto nella nostra Era.. Un era basata sulla condivisione globale attraverso la rete. Dopo lo scandalo del Datagate mi sono reso conto di come viviamo in una falsa democrazia. Si parla tanto della tutela della privacy ma di fatto è proprio la nostra privacy ad essere compromessa. I sistemi di controllo globale monitorano ogni nostra azione, ogni pensiero, da quando ci colleghiamo in rete tutto viene controllato registrato e filtrato.. Il nostro ISP (Internet service provider) che blocca o riduce gli accessi e censura, oppure il nostro motore di ricerca come google che logga ogni nostra ricerca, così come le email in chiaro, e ancora chat e social network. Siamo nelle mani del “Grande fratello” vivendo nell’illusione di libertà e pseudo demograzia.

Credo fermamente che la privacy e la sicurezza siano un diritto inalienabile di ogni essere umano che se ostiniamo a trascurare, sottovalutare o ridicolizzare sarà destinata a perdersi e che pertanto va tutelata. Gli strumenti per difendere la nostra privacy esistono. Esistono valide alternative ma occorre prima cambiare le nostre abitudini. “L’informazione è potere” ma la condivisione delle informazioni è un potere ancora più grande. Più è grande tale consapevolezza è maggiore sarà la capacità di tutelare la nostra privacy. I social network in questa Era digitale ci danno la possibilità di condividere tali strumenti abbracciando un gran numero di persone che hanno la nostra stessa visione. Il problema non si limita ad ostacolare le grandi agenzie governative come la NSA anche perchè di fatto non si puo’ fare molto per tutelarsi da loro ma la faccenda del Datagate di Snowden dovrebbe comunque farci riflettere. Il problema credo va ben oltre. Infatti alle mercè dei nostri dati sensibili esistono altre società che utilizzano i nostri dati (meta dati) per rivenderli ai migliori offerenti. L’internauta diventa così un prodotto da usare e spremere per trarne profitto. Oltre a ciò esistono pure persone senza crupoli che possono facilmente aggirare i protocolli di sicurezza per carpirne informazioni private (dati sensibili) ed usarle a loro piacimento. Questo fenomeno non è limitato solo attraverso i computer ma anche attraverso la tecnologia mobile (smartphone o tablet).
E’ importante acquisire queste consapevolezze e difendere la nostra privacy da tali loschi individui. Per questo scopo ho fatto delle ricerche in rete ed ho trovato una serie di links che mi hanno aiutato prima a capire l’entità del fenomeno e poi mi hanno dato la possibilità di trovare possibili soluzioni alternative per incrementare la sicurezza e la privacy anche del singolo. Esistono varie community di activisti che si battono per questo ideale. persone comuni che pur non avendo nulla da nascondere danno valore alla propria privacy e tentano di tutelarla e proteggerla il più possibile.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: